Scandalo Tecnopolo – Roberto Biagini svela il contenuto delle indagini.

Rimini: L’avvocato Roberto Biagini svela il contenuto delle indagini GDF su Tecnopolo e Acquarena.

A qualche anno dalla conclusione delle investigazioni della Guardia di Finanza, a reati già formalizzati, si ha la possibilità di capire i contenuti dell’indagine che ha coinvolto dipendenti del Comune di Rimini, nonché un cospicuo numero di soggetti privati, nelle irregolarità degli appalti di Tecnopolo, Acquarena ed altri tronconi di procedimenti penali conseguenti.

Il mezzo di questa conoscenza, ancora una volta, è l’Avv. Roberto Biagini, l’ex Assessore della prima giunta Gnassi, che si rivolse con un esposto alla magistratura, a causa di un soggetto non meglio identificato che faceva i suoi comodi negli uffici comunali, tale Mirco Ragazzi e che pare essere il perno di un sistema poco chiaro. Contestualmente alla conferenza stampa, da egli stesso convocata, Biagini ha condiviso i contenuti documentali ottenuti. Nel video qui proposto il riassunto degli avvenimenti e il motivo della decisione.

Nel frattempo già le prime reazioni. Quella di Andrea Gnassi in particolare, che accusa il suo ex assessore di aver voluto “ribaltare il tavolo” per non essere stato scelto nelle liste delle successive elezioni. Cosa che, per inciso, è un falso storico, visto che la denuncia di Biagini è dell’agosto 2015, mentre il Partito gli ha chiesto una candidatura nella primavera del 2016.

Fa Specie che il Sindaco di Rimini, pur nel rispetto del garantismo, scelga un atteggiamento così superficiale, senza stigmatizzare quanto successo negli uffici della sua amministrazione che, per quanto il processo debba ancora decretare una verità legale, non è cosa da minimizzare o barile da scaricare.

N.B.

Abbiamo scelto di proporvi il video della conferenza in versione quasi integrale, i tagli sono solo di vuoti o ripetizione nella discussione. Crediamo sia importante per gli interessati formare una propria opinione, senza apporre una nostra selezione dei contenuti. In un secondo momento proporremo un’analisi del contenuto documentale che riassume le indagini della GDF.

Le 4 puntate dell’inchiesta di Citizen sugli appalti di Acquarena e Tecnopolo:

@DadoCardone

Share

Scandalo Tecnopolo – Video intervista all’Avvocato Roberto Biagini

Rimini: Un’ombra si staglia malevola su diversi appalti della città malatestiana, ma, inspiegabilmente, se ne parla molto poco. La cronaca è avara di dettagli a proposito dei due filoni d’indagine, aperti a Rimini e a Bologna, in relazione agli appalti di Tecnopolo e Acquarena. Tre impiegati comunali sono già passati da indagati ad imputati e continuano le indagini su Mister X, l’uomo che pare sia stato “suggerito” dalla politica, alle aziende appaltatrici e agli uffici pubblici, per “risolvere i problemi”.

Come si è arrivati all’apertura di quest’indagine che, tra le altre cose, mette in campo ipotesi di turbativa d’asta, falso in atto pubblico e truffa? Il merito è di Roberto Biagini, l’Assessore della Prima Giunta Gnassi che, dopo aver saputo della presenza dell’estraneo che si aggirava per gli uffici comunali, ha condotto un’indagine interna, per poi consegnare una relazione alla Procura della Repubblica. Perché Biagini sembra fosse l’unico a non conoscere Mister X? Come ha scoperto della sua esistenza? Cosa c’entra con questa faccenda Sergio Funelli, Capo Gabinetto del Sindaco? Esiste una relazione tra l’azione di Biagini e la sua estromissione dalle liste PD, voluta da Andrea Gnassi in persona e comunicata dal Segretario Regionale Paolo Calvano?

Ce ne parla lo stesso Avvocato Biagini in quest’intervista.

@DadoCardone

Share

Luglio col bene che ti voglio… (Post da ombrellone.)

maxresdefaultCosa sta succedendo al PD?
 
No, non quello nazionale, quello ormai abbiamo capito che è solo un invenzione di Matrix per farci credere che le nostre sorti non siano già predestinate, come in effetti sono. Parliamo del PD Riminese.
 
Si sa che d’estate anche i fidanzamenti più solidi si lasciano tentare da avventure al sapore di sale, ma  in politica è permesso? Poi si può tornare indietro? Non lo sappiamo, ma è certo che nel PD de noantri c’è qualcosa che non va.
 
Piccoli segni in principio, tipo una maggioranza che va sotto due volte consecutivamente, una in Commissione e una in Consiglio , nel numero legale per il voto sul Bilancio Provvisorio. Chiaro che la maggioranza è composta di entità politiche diverse, ma se è vero che Astolfi lo puoi mettere a tacere con un Pala Bertino, Zerbini che fa tardi al voto perché non trovava parcheggio…. vabbè, ma questo non è un grave indizio di infedeltà.
 
1073869_573570542706000_1754189283_oPiù grave nella valutazione dell’attaccamento al proprio partito è il fatto che nessuno voglia pagare le sedi, soprattutto quando la pigione è di 160,00 € (centosessanta Euro) al mese. In Fondo Petitti e Arlotti con i loro 18 mila Euro di paghetta mensile non dovrebbero fare fatica a risolvere la situazione. Ok, neanche questo è un indizio così grave e poi, se proprio la dobbiamo dire tutta, trovandosi al posto di Arlotti, in 7 ad una riunione del PD di Miramare, chi  pagherebbe una sede così affollata con i suoi soldi? L’Assessore Biagini no di sicuro, visto che ha già annunciato a mezzo stampa di voler stracciare la tessera.
 
Più grave, come indizio, è l’uscita sui giornali di Samuele Zerbini che dice basta ad un Sindaco che chiama a raccolta i Consiglieri Comunali solo per votare. “Basta trattarci in questo modo” – sbotta Samuele – “chiamarci solo per votare questa o quella delibera, senza mai interpellarci prima. D’ora in poi non mi presterò più a questo modo di fare della Giunta.”
 
La dichiarazione, sinceramente, non ci stupisce. Da tempo i 5 Stelle denunciano i campionati di “voto sincronizzato” in Consiglio e molti dei Consiglieri pare gradiscano questa soluzione assicurata (nel senso che sono protetti da una bella assicurazione per le loro non decisioni) e senza impegno, ma i nomi di Biagini e Zerbini tornano spesso nelle contestazioni in momenti più o meno delicati. 
 
Menti pensanti o arditi amanti? Non abbiamo abbastanza indizi per capire, ma abbiamo sicuramente un bel gossip da leggere avidamente sotto l’ombrellone mentre la Pubblifono canticchia profetica :” Luglio mi ha fatto una promessa l’amore porterà ai ai aiiiii…
 
P.S.
Non perdetevi il prossimo numero di Politica 2000 con il pezzo in esclusiva: “Agosto PD non ti conosco“.
Davide Cardone
Share