Una domanda al Candidato Grassi.

Una domanda al Candidato Grassi.

DSC_0042Non vi sbagliate con le consonanti, che se no poi la Città non cambia. Rivelato il Candidato Sindaco del Movimento 5 Stelle. Molti gli attestati di stima, ma, perlomeno a noi di Citizen, quello che interessa sono le reazioni del PD. Il Partito Democratico ha su un bel termometro per misurare la paura… non sotto l’ascella.

A parlare sono il Segretario Comunale Alberto Vanni Lazzari, per cui faticano veramente tanto a trovare un uso, e il Capogruppo del PD, l’imberbe Morolli, che si esprime praticamente su tutto senza avere un’idea di quello che dice.  Dopo le infelici uscite di gaudio sui rastrellamenti Homeless e su quanto sia giusto buttare un minorenne senza biglietto giù dall’autobus, ora si ingegna in un improbabile sarcasmo politico. Potrebbe farne a meno, perlomeno per ripagare la clemenza dimostrata nei suoi confronti. Ricordiamo bene quando è andato a recitare la poesia della “Città che cambia” alla Gaiofana e nessuno dei 12 intervenuti (del PD) gli ha fatto notare che stava parlando del Borgo dei Ciliegi.

L’ho sempre detto. E’ sbagliato. Se uno non sa nulla bisogna farglielo notare… se no poi si mette a fare pure il professore. Nel caso specifico si vorrebbe contestare la negazione di Grassi rispetto alla possibilità di essere candidato. Come glielo spieghi all’inutile e all’imberbe che così si è mantenuto l’equilibrio della votazione? Non glielo spieghi.  Anche perché se capissero cos’è una bugia si troverebbero davvero in imbarazzo con chi firma patti per non privatizzare l’acqua, per poi fare gare su misura per Hera, o si dichiara Paladino dell’Anticemento, dopo aver incoraggiato sfregi TRC e campi di palazzine soviet.

L’unico moto che riconosciamo in questi irrilevanti della politica è darsi da soli dei bugiardi “veniali”. Infatti dichiarano la negazione alla Candidatura di Grassi “bugia veniale”, cosa praticata dalla vecchia politica. Considerando chi governa Rimini da sempre… beh è chiaro che stanno parlando di loro stessi. Che non se rendano conto?

Noi preferiamo chiedere al diretto interessato se si sente un bugiardo.

Davide… il PD ti accusa di aver mentito sulla tua candidatura per il Movimento, cosa rispondi?

“Che ieri ho messo i calzini non in tinta con i pantaloni, così gli fornisco altri argomenti per attacchi privi di senso. Il gruppo degli Attivisti di Rimini mi ha chiesto di mantenere l’assoluto riserbo sulle candidature in modo che non ci fossero influenze di sorta sulla votazione, che sarebbe avvenuta di lì a poco ed io ho rispettato la volontà dell’Assemblea. Già senza aver dichiarato nulla hanno riempito tutti gli articoli di spalla con il mio nome, ti immagini cosa sarebbe successo se avessi confermato? Non sarebbe stato giusto nei confronti degli altri candidati, tutte persone con pari diritto.”

Dunque bugia veniale o altro?

“Se io mi nego per rispettare un patto, aggiungo democratico, fatto tra persone per bene non è certo un crimine, poi se qualcuno forza la mano, perché vuol sentirsi confermare a tutti i costi i sospetti, riceve in cambio un’altra forzatura. E’ normale. Non penso si sia offeso nessuno”.

Tutto qui?

“Sì, anzi no. Fammi dire l’ultima cosa. Mi auguro che ora con la stampa si possa creare un rapporto di collaborazione per quanto riguarda il diritto del cittadino di essere informato su programmi e iniziative politiche. Sono sicuro che loro per primi tengano all’equidistanza che deve avere l’informazione, anche se è tristemente innegabile che si venda di più con il gossip.”

P.S.

Consigliere Morolli. Quando un controllore mette per strada un minorenne senza biglietto non agisce coscientemente, per il semplice fatto che non è in grado di riconoscere tutta una serie di patologie che potrebbe avere il minore. Faccio un esempio abbastanza concreto. Ci sono forme di autismo che non possono essere riconosciute da una persona senza esperienza. Chi se la prenderà la responsabilità di un bambino con quei problemi lasciato a piedi in una zona che nemmeno conosce? Il fatto che sia capogruppo consiliare del PD le dà responsabilità in più rispetto a quello che lei pensa di avere. Si faccia consigliare da qualcuno con un po’ di esperienza di vita, dovrebbe averne anche nel suo partito.

05730130ff8cbcaee11a47d1a3b7439a

 

@DadoCardone

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.