Politic Badoo – Appuntamento al buio con la Politica Riminese.

34odnrdSe c’era una cosa che si sarebbe dovuta capire, soprattutto dopo le ultime Elezioni Regionali, è quanto la gente sia stanca della politica. I due milioni di votanti persi dal Partito Democratico dovevano essere stimolo per i Dem, ma non meno per gli altri, nel comprendere che qualcosa di profondo si è rotto. Così non è stato. Ora siamo alle soglie di nuove elezioni, con gli stessi vizi e gli stessi cortocircuiti.

Rimini non vive più la politica e questo non si può negare. Per vedere più di cinquanta cittadini, in assemblee dove si discute di Res publica, deve sussistere una condizione che colpisca direttamente le tasche o che retribuisca con crediti di qualche tipo … per tutte le altre questioni c’è l’onanismo di Facebook. E’ normale, se la relazione non è importante ci si sfoga con delle sveltine; tra i Riminesi e la politica non si può pretendere più di cinque minuti, comprese doccia e sigaretta.

Visto che ci sono, se non vi disturba troppo, vorrei proseguire ad usare il termine di paragone di cui sopra e descrivere la relazione tra il cittadino e  le forze politiche in campo usando la metafora dell’appuntamento a scopo di copula. Andiamo dunque a vedere nel sito d’appuntamenti delle Amministrative che genere di appuntamento ci si prospetta.

Movimento 5 Stelle: L’appuntamento virtuale. Sulla rete è bellissima. Ci scambi qualche messaggio e ti accorgi subito che è persino brillante, anche se mette un po’ paura. Quando entri in confidenza, ti fa capire che le piacciono cose che nessuno ti aveva mai prospettato. Non che tu non ne sia attratto… ma ti chiedi se ne sarai all’altezza, almeno fino a quando scopri che il tutto è destinato a rimanere virtuale. Il marito, Gianroberto, sa delle sue passioni virtuali e la lascia sfogare… arriva anche a farle prendere appuntamento, ma poi le impedisce di presentarsi. La vittima del raggiro, di solito, rimane seduto nel locale dell’appuntamento per diverso tempo, mentre gli amici gli bombardano wathsapp con messaggi tipo :”Cosa ti avevo detto? Pirla!”. Poco male, un bidet in più non ha mai fatto male a nessuno.

Partito Democratico. L’appuntamento machiccazzomelohafattofare. L’avevi già vista in giro e non ti aveva fatto una bella impressione. Anzi, per dirla tutta, la consideri bruttina, prepotente e vestita male. All’improvviso però, come succede ogni 5 anni, comincia ad interessarsi a te. Vuole sentire la tua opinione su tutto e si offre di fare un sacco di cose a tuo vantaggio. Quasi quasi, se ti distrai, te la trovi ad imbiancarti la facciata di casa. Così… perché le va. Alla fine cedi e la inviti a cena. Lei arriva tirata da gara, mettendo in risalto doti che non avresti sospettato. Una volta a tavola però comincia a mangiare tutto lei, anche il tuo cibo, per non parlare poi di quello che ruba dal tavolo degli altri non appena si assentano alla toilette. E l’acqua!? Quella poi… il ristorante la dava gratis, ma lei l’ha sequestrata tutta e se hai sete o se ti devi lavare le mani gliela devi pagare. Sembra non saziarsi mai, tra l’altro fuma come un inceneritore. Quando proprio non ne puoi più e cerchi di attirare la sua attenzione, per spiegarle che hai intenzione di andartene, lei ti guarda come se non sapesse nemmeno chi sei ed emana un sonoro rutto. Delle volte conviene dar retta alla prima impressione.

Il Centro Destra (qualsiasi cosa esso sia). L’appuntamento psicopatico. Te l’avevano detto che era affetta da personalità multipla, ma non ci credevi e hai voluto provare. In principio fa dei grandi sorrisoni, che però non riescono a nascondere quanto sia razzista e che vada in giro armata… anche perché se ne vanta. I suoi punti di riferimento nella vita sono Berlusconi, Giovanardi e la famiglia tradizionale, quella cioè che puoi andare con i trans solo se sei sposato, arriverebbero a pagarti per vederti coniugato. Ti confessa che avrebbe voglia di un duo lesbo con quella che si è mangiata tutto nel precedente appuntamento, ma sempre sottolineando quanto siano importanti i valori. E’ convinta che la politica si faccia al ristorante, anche 5 volte al giorno, tanto mette tutto nelle spese. La cosa che però ti fa letteralmente scappare è che non ti dice il nome, o meglio… te ne dice troppi. Paola da Rimini, Franca per Rimini, Susy su Rimini. Per non parlare poi del fatto che ogni volta che ti dice un nome cambia camicia. Ne ha una nera, una verde, una bianca… ha anche una felpa per capire dove cazzo si trova. Per gestire le personalità multiple ci vuole una specializzazione, non basta la buona volontà.

(L)A Sinistra (?). L’appuntamento radical chic. E’ impegnata con un altro, ma, per esibizionismo e noia, vuol uscire con un poveraccio radicale. Ti racconta aneddoti dove si descrive come una persona alla mano. Fa il bagno nuda e coltiva patate, la verità è però che se c’è da sparecchiare non alza un dito. Usualmente, per interesse, esce in coppia con quella dell’appuntamento machiccazzomelhafattofare, comunque sotto elezioni finge di litigarci per non far capire che è della stessa pasta. E’ evidente quanto lo sia, ma non riesce ad essere così spudorata,  dunque millanta disprezzo per il denaro, lotte ambientali, pena per i diseredati, comprensione dell’universo  gay.  In quest’appuntamento l’impresa non è arraparsi… ma rimanere sveglio.

Chi manca nel Politic Badoo Riminese? Manca l’appuntamento che non ti aspetti, quello che ti cambia la vita. Una bellezza autenticamente progressista, in quanto unica modalità che può cambiare veramente le cose. Una che non ha pretese per il ristorante;  l’importante non è ostentare, ma stare insieme. Oltretutto è sinceramente interessata agli ultimi e al bene comune. Dove la si trova ? Purtroppo ancora non si è iscritta al Social Politico de noialtri, ma non si sa mai.

P.S.

Spero mi scusino le donne se ho scelto il loro sesso come protagonista dei pessimi appuntamenti. Il gioco si sarebbe potuto fare anche invertendo i generi, forse sarebbe venuto addirittura meglio, ma ho banalmente ceduto ad un meccanismo di identificazione con la vittima.

05730130ff8cbcaee11a47d1a3b7439a

 

@DadoCardone

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.