Piscina sì o Piscina no? Più che altro una pantomima

WP_20140512_003Ieri pomeriggio quella che si è svolta a Rimini non è stata una Quarta Commissione che aveva il compito di dipanare dai dubbi sull’utilità di una piscina alla vecchia fiera o al Garden, era semplicemente un altro tassello al voto scontato del prossimo consiglio comunale e che vedrà quindi sorgere una piscina di 25 metri (pubblica), con l’aggiunta di un altro supermercato, del commerciale e centinaia di appartamenti di residenziale.

L’amministrazione sa bene che otterrà il sì al prossimo consiglio comunale e i finti mal di pancia in seno alla maggioranza nei giorni scorsi fanno parte di un teatrino ormai collaudato. Se si vuole fermare questo progetto l’opposizione deve fare di più.

Il clima non era certo infuocato e gli spalti del consiglio comunale era affollati di associazioni sportive, tutte invitate ad esprimere un parere. Noi di Citizen eravamo presenti come altri più autorevoli e accreditati giornali ed abbiamo avuto l’impressione che fosse tutta una pantomima. Nessun quotidiano ha avuto oggi l’ardire di sottolinearlo.

Undici le persone che si erano prenotate in rappresentanza di altrettante società e tutte avevano a disposizione appena 5 minuti per argomentare il loro sì o no alla piscina allocata nella zona della vecchia fiera.

Dopo l’invito del consigliere Piccari ad una commissione serena e dai toni pacati (mica avevano di fronte quelli del teleriscaldamento, cosa poteva mai capitare?) è iniziata la sequela di scontati interventi tutti a descrivere, in sostanza, come sufficiente una piscina da 25 metri e come ideale la sua allocazione nella zona della vecchia fiera (anche per forza, diciamo noi, viene costruita praticamente gratis a tutte le società che ne usufruiranno). Nessuna società sportiva ha avuto però l’ardire di rispondere all’invito del consigliere Tamburini che chiedeva “Cosa ne pensate però della vasca di 50 mt del Garden?”. Presente anche Ermanno Pasini che ha espresso il suo parere sul progetto che comunque cercheranno di portare avanti.

Nella realtà con la commissione di ieri pomeriggio si è voluto sviare dal tema di fondo che non è certo la piscina, bensì la colata di cemento che interesserà la zona della ex fiera. Probabilmente i riminesi non lo hanno capito oppure non interessa assolutamente nulla della questione.

Se il tema fosse quello di una piscina secondo voi non sarebbe più facile per il Comune di Rimini dare il proprio appoggio al progetto del Garden? Che senso hanno due piscine distanti qualche centinaio di metri l’una dall’altra? Non solo, la zona della vecchia fiera verrà così interessata anche da un maggiore flusso veicolare di auto, una nota non di poco conto.

Quale il senso poi di aumentare il numero di appartamenti in una città come Rimini dove già sono migliaia quelli sfitti, dove il mercato immobiliare è al palo, dove gli sfratti sono in vertiginoso aumento segno che i soldi stanno esaurendosi? Come mai non viene invitata ad esprimersi la cittadinanza stessa?

Il tema della piscina ci ricorda un pò quello del Palacongressi. Che senso aveva farne uno a Rimini così grande quando a 7 km, a Riccione, ne esiste un altro altrettanto grande ed altrettanto deserto e vuoto di appuntamenti? Avremo così due piscine distanti appena qualche centinaio di metri, unicamente per sviare la cittadinanza dal vero problema: tappare la falla di perdite delle Vision degli ultimi anni!

@markollen

Share