Niente Paura [di Marco Tonti]

È passato qualche giorno dal Rimini Summer Pride di sabato scorso. Sono successe tante cose, non tutte belle ma quelle belle sono state travolgenti.
Le decine di migliaia di persone che hanno partecipato con entusiasmo e divertimento sono tutte nel mio cuore.
Ma per me la foto simbolo è questa (non conosco l’autore, sarò felice di riconoscergli i credits se mi contatta). Tre ragazze giovanissime che sorridono, con gli occhi brillanti di gioia. E mi piace non solo per la bellezza della gioventù, per la geniale declinazione rainbow di “Romagna e sangiovese” o per la serenità che traspare dal loro volto.
Mi piace perché non hanno paura e lo si capisce benissimo. Non hanno paura del mondo grazie a quelli che hanno fatto battaglie ben più ardue di quelle di oggi, non hanno paura di partecipare a una manifestazione di gente colorata, non hanno paura di uomini travestiti da donna o viceversa, non hanno paura di piume e paillettes, non hanno paura dei sempre paventati “cuIi di fuori”, non hanno paura di vedere la gente in costume a 4 metri dalla spiaggia… Non hanno paura di Forza nuova, non hanno paura di Erbetta, non hanno paura degli avvocati che sentenziano sui social, non hanno paura dell’hate-speech. Affrontano a testa alta ciò che sono e ciò che il mondo gli riserva. Non hanno paura di incontrare persone immigrate o richiedenti asilo. Non hanno paura che i loro genitori e amici le vedano a un Pride.
Non hanno paura. Capito? Non riuscirete a farci paura, non riuscirete a toglierci il sorriso. Non riuscirete a toglierci la felicità. È per questo che ci disprezzate tanto: perché la vostra retorica da quattro soldi su di noi non attacca; amiamo troppo la libertà per farci fregare da uno spauracchio agitato ad arte. Lo dissimulate come disprezzo per i pride ma la vostra è paura, paura vera di vedere decine di migliaia di persone libere. Il vostro è terrore di vedere una cultura che ci vaccina dal vostro odio. I Pride dovrebbero riguardare tutti: sono il miglior antidoto contro il fascismo e l’autoritarismo. È per questo che ci temete.
E fate bene a temerci perché grazie a questa straordinaria esigenza di felicità noi continueremo a cambiare il mondo finché diventerà un posto accogliente per tutti.
Non ci fate paura, non più. Mai più.

Marco Tonti

Presidente ArciGay Alan Turing Rimini

Share