Meditatevi – La Consapevolezza

Meditatevi – La Consapevolezza

850_Salgado-1536Lunedì. Oggi DaGuru ha un messaggio molto importante da comunicarci. E’ arrivato il momento di capire come la verità possa essere una cosa molto semplice, forse lo sono meno le implicazioni.

La Redazione

Chi sei tu? Te lo sei mai chiesto? [Te lo sei mai chiesto veramente?]

 

Senza scomodare significati metafisici [bisogna essere pronti per quelli] un essere umano è:

corpo + mente

Il corpo è di facile identificazione [un confine che conosciamo]. Abbiamo un altezza, un peso, dei colori e dei sensi che delimitano i nostri margini estremi.

La mente è un contenitore affollato di Sub-personalità.

Quante volte, subito dopo aver preso una decisione, ti vengono in mente una miriade di ragioni per non rispettarla? Quante volte dopo aver deciso che una cosa è sbagliata ti ritrovi a tentarti da solo? [“Chi se ne accorge..?”.” Se lo merita!”.” L’ultima volta e poi smetto..”.]

Quante personalità diverse riesci ad isolare nella tua mente? [Pensaci]. Ci sono Sub-personalità [Vocine] socievoli, altre fiduciose, rancorose, contestatrici, dubbiose, affabili, sincere, iraconde, pigre, amorevoli, speranzose… sicuramente una per ogni sentimento che puoi provare e a volte nello stesso momento anche contrastanti tra loro [Uff!].

Tu in mezzo a questa confusione chi sei? Sei la somma, la differenza o la media? Difficile da dire. Fatto sta che in tutte le tradizioni di meditazione da 4000 anni a questa parte [e chissà da quanto prima..] uno dei mezzi per arrivare alla consapevolezza è far tacere le vocine nella testa.

Se non sei esperto di meditazione, ma vuoi prendere decisioni consapevoli non influenzate [da paura e confusione], allenati a distinguerti dalle sub-personalità [io non sono loro].

Con il prossimo esercizio per un istante potrai capire chi sei veramente tu senza andare a meditare una vita in Tibet. Eseguilo con attenzione e rimarrà dentro di te.

  • Trova un luogo dove almeno per due minuti non ci sia nessuno che ti cerca e nessun rumore molesto.
  • Siediti.
  • Non chiudere gli occhi devi leggere.
  • Respira con il naso profondamente. Non farlo fare ai polmoni, ma alza e abbassa il plesso solare in modo che i polmoni si riempiano e si svuotino.
  • L’aria entra..
  • L’aria esce..
  • Fallo fino a che non ti senti rilassato.
  • L’aria entra…
  • FERMATI  trattieni il respiro..
Lo sai chi sei tu? Tu sei quello che ha fermato il respiro. [il vero io non parla, fa.]
Rimani consapevole.
@D4Guru
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.