L’Indotto.

L’Indotto.

Indotto. Quante volte avete sentito questa parola? Praticamente ogni  partita pubblica di Rimini viene considerata in relazione a questo termine, soprattutto quando le cose vanno male. E’ sopportabile accumulare debiti enormi per quello che talune attività portano di riflesso alla Comunità? Sarebbe ora di farsi un calcolo serio, soprattutto visto che non avendo più sovranità monetaria la stamperia ha chiuso i battenti.

Questo valore, che pare lievitare a seconda delle necessità politiche, è più simile alla casella opportunità del Monopoli che ad un fattore realmente preventivabile.  Basta vedere come la risultante del calcolo sia stata fatta aumentare in maniera proporzionale ai problemi che saltavano fuori dall’aeroporto fino a raggiungere il jackpot di 1 miliardo di Euro.

Cifre tonde, che colpiscono. Un miliardo di Euro, un milione di passeggeri…. No, non preoccupatevi se l’associazione immediata del vostro pensiero  ha fatto apparire un milione di posti di lavoro, il principio è medesimo ed anche la sensazione di fastidio che ne consegue. Il milione di posti di lavoro non si è visto come del milione di passeggeri si è fatto fatica a trovarne nemmeno la metà,  sebbene il comarketing pagasse loro il biglietto.

Esiste però un derivato più sicuro e più calcolabile, quello criminale. Ancora non sappiamo molto, ma forse tra qualche tempo il pregevole lavoro del PM Gemma Gualdi potrà darci la misura di un prodotto che invece di portare risorse alla cittadinanza ne sottrae. Anche se già sospettavamo che quell’aeroporto,insegnatoci come strategico, quello con un milione di passeggeri, non poteva essere fallito solo per crisi e stupidità, oggi viene fuori che qualcuno, probabilmente,  si stava procurando guadagni molto più sicuri di quelli destinati ai fruitori d’indotto.

Un articolato abuso d’ufficio, secondo quanto contestato dalla Procura, sarebbe servito a coprire una frode nelle pubbliche forniture, nonché una truffa aggravata ai danni dello Stato. Tra Rimini e Forlì, guarda caso i due aeroporti falliti, società con Durc falsificato fornivano servizi approssimativi allo scopo di spendere il meno possibile e di tenersi i contributi previdenziali…. Un indotto da 12 milioni di Euro, questa volta sicuramente calcolabile.

Noi di Citizen, non avendone qualifica ne diritto, ci asteniamo da dare suggerimenti di approfondimento, ma non possiamo esimerci dal prendere nota e dal chiederci se dietro alle altre invulnerabilità da indotto ci sia altrettanta leggerezza.

P.S.

Trafficanti di droga e Papponi ringraziano per la destagionalizzazione, la prosperità degli altri è ancora in attesa.

Davide Cardone

new_twitter_bird_vector_by_eagl0r-d2yth6g-1024x576

 

[@DadoCardone]

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.