Il Sindaco di Rimini sta con il Professor Giulio Tarro?

Il Sindaco di Rimini sta con il Professor Giulio Tarro?

E’ passata solo una settimana dallo sciocco divieto regionale di poter accedere all’arenile, restrizione che non vale per il lungomare. Alcune voci illustri  si erano solertemente alzate in appoggio al divieto. Tra queste quella del Dott. Nardi, Primario di Rianimazione a Rimini che, tra le altre cose, invitava a non andare al mare:

“non dovete ancora uscire, dovete mantenere le disposizioni che vi sono state date, tutti abbiamo voglia di uscire, di andare a correre, di andare al mare, non si può ancora fare.”

Altrettanto preoccupato, anche se con meno contezza scientifica, il comunicato delle associazioni riminesi dei Bagnini (tutte). Un voce all’unisono, che ha fatto storcere il naso quando, immediatamente dopo, si è saputo di un probabile contributo regionale a fondo perduto di 5 milioni di euro per i balneari. Ma vabbeh, coincidenze.

Fatto sta che quell’irrimediabile e ingiustificabile differenza, tra una camminata sul lungomare e una sulla sabbia, è rimasta tale senza che a nessuno degli amministratori riminesi venisse in mente che poteva essere un messaggio negativo verso il prodotto principale della costa: la sabbia.

Non l’ha capito nessuno qui a Rimini, almeno per cinque giorni, ma oggi il Primo Cittadino Andrea Gnassi si è scongelato ed ha parlato. Anzi, con il solito stile sobrio che lo contraddistingue, ha sbottato, perché di troppa prudenza si muore:

“Per andare in spiaggia quest’anno dovremo avere un termometro sotto l’ascella, termoscanner ad ogni angolo, arrivare con un box doccia ambulante e poi infilarci in una cabina di plexiglas? Ci sono banalizzazioni e irresponsabilità che non accettiamo più per un settore con milioni di lavoratori e imprese”.

E dopo aver sostenuto di essere quasi pronti con protocolli di sicurezza e sanificazione, dice anche:

“E’ stato ribadito da medici e scienziati che la spiaggia, con l’acqua di mare salata, la sabbia, il sole, è tra i luoghi naturalmente più sicuri dal punto di vista igienico e, in assoluto, uno dei luoghi dove stare e vivere momenti sereni e con servizi nuovi.”

Premesso che per una volta siamo d’accordo con la “Vision”, nel senso che o i protocolli indicati funzionano per tutto o non funzionano per niente, una particolarità salta agli occhi. L’affermazione che il mare, il sole, la sabbia e la salsedine, diminuiscano l’incidenza del virus è una teoria sostenuta con forza dal Professor Giulio Tarro e, di conseguenza, avversata dal celebre Roberto Burioni.

Considerato che Gnassi sbotta, ma Burioni ha la pervicacia di un gatto attaccato ai maroni: cosa succederà ora? Scontro al vertice del narcisismo mediatico? Ci dobbiamo aspettare bordate dalle seggiole di “Che tempo che fa” contro il Sindaco seguace di Tarro? E tra le trincee di facebook? Ci sarà uno scontro tra i Gnassi Boys e i Ringhios di Burioni? E quelli che sono sia Gnassi Boys che Ringhios che faranno?  Cadranno nel limbo di Tic Toc?

Non prendetela alla leggera perché la battaglia a chi la sa più lunga sul COVID 19 è un conflitto epocale da cui molti usciranno a pezzi. E’ uno scontro di potere non solo tra destre e sinistre, ma anche tra politica e vita reale. In questa battaglia Burioni, dicono grande virologo, ma sicuramente pessimo epidemiologo, è un alfiere mediatico di grande importanza per il Partito Democratico.

Cosa ne penserà poi dell’uscita di Gnassi l’altro personaggio di punta del PD, Kim Jung Bonaccin, il Nemico del Sabbione? Non ci illudiamo, tra piddini si sistema sempre tutto, a meno di non poter dare una definitiva pugnalata alla schiena. Evenienza improbabile per la sciocchezzuola in questione.

Per quanto poco conti l’opinione di CitizenRimini, vogliamo lo stesso dare appoggio alla presa di posizione di Gnassi in difesa del buon nome della Spiaggia, anche se ritardataria. Va considerato che 5 giorni fa c’era il rischio di sembrare in accordo con il Sindaco Tosi di Riccione. Non sia mai.

@DadoCardone

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.