E il Nautofono fa cilecca.

Oggi, 8 giugno 2019, a Rimini è scesa la nebbia. Erano circa le 12.30, nel cielo c’era il sole e la temperatura era più o meno di 30°, quando all’improvviso si è alzata una nebbia fitta come nei libri di Stephen King.

Cos’è successo? La nebbia è scesa come in un film del terrore nascondendo creature strane, tipo pagliacci assassini e frullatori posseduti? Niente di tutto questo (anche se pare che lo spirito di un tedesco si sia presentato a reclamare una birra al Carnaby Club). E’ successo semplicemente che l’estrema umidità abbia fatto reazione con il caldo.

Un mistero da risolvere però, a ben guardare, ci sarebbe. Vi ricordate la recente inaugurazione del Nautofono, la sirena antinebbia ferma da anni? Quella per cui, durante l’inaugurazione, Gnassi urlava alle barche di passaggio “Finalmente ce l’abbiamo fatta! Sì!” con lo stesso entusiasmo che mostrerebbe se avessero chiuso definitivamente Sharm el-Sheikh deviando tutti i voli a Rimini. Dai, quella che si attiva da sola con la nebbia.

Ebbene, il nautofono non ha mollato un fiato. Muto con un pesce. Poca nebbia? Troppo veloce il passaggio? Non si sa. Però si è verificato lo stesso uno strano fenomeno. Qualcuno ne ha sentito lo stesso il suono, anche se non ha cantato. Sarà stata la nebbia maledetta?

P.S.

Nel video, girato dagli scogli del molo di levante, non si vedono né la ruota, né il grattacielo, tuttavia l’audio originale non riporta alcun suono di sirena antinebbia.

@DadoCardone

Share