Il Tempo.

Time-Management11Hei ragazzi… mica vi sarete dimenticati che oggi è lunedì vero!? Ecco come di consueto la rubrica Meditatevi. Oggi DaGuru ci dirà cosa pensa del tempo, un post bellissimo e il momento giusto per leggerlo è…. adesso!

La Redazione

 

 

Il Tempo.

Cos’è il tempo?

Un concetto? Una serie di convenzioni?

Qualsiasi cosa sia il tempo è comunemente diviso in Passato,Presente e Futuro. Però l’unica cosa che esiste veramente è ilPresente [Puoi dire il contrario?].

No. Non è un’affermazione fatalistica, ne una pretesa illuminazione. E’ proprio così anche convenzionalmente: il Passato è stato, il Futuro sarà.. solo il presente E’.

Ora proviamo a cambiare leggermente punto di vista [bel gioco..]. Il passato sono Ricordi, il futuro sono Progetti e il presente è….Adesso [la Vita]. Tu dove vivi? In un tempo che è stato, in un tempo che sarà [o potrebbe essere] o adesso?

Potrebbe sembrare una posizione puramente dialettica, ma, nella logica della Consapevolezza, bisogna fare attenzione al tempo verso il quale si decide di indirizzare le proprie energie. [Ci sono dei pericoli].

Passato.

Il Passato è quello che è successo fino a… {adesso!}

Ciò che abbiamo vissuto fino ad ora è l’esperienza e non intendo certo affermare che l’esperienza non sia importante, anzi… l’esperienza è così importante che è assolutamente inutile richiamarla alla memoria. Se una lezione l’abbiamo veramente compresa essa fa parte di noi. [So che una pentola sul fuoco scotta senza richiamare alla memoria tutte le volte che mi sono scottato.] Se, al contrario, non ho imparato dalla mia esperienza continuerò a sbagliare [o a fregarmene di fare lo stesso errore].

Attenzione poi perché il Passato è uno dei luoghi preferiti delle Sub-personalità che lo usano in due modi:

  1. Cambiano il passato: avete mai fatto caso che quando un uomo e una donna litigano ricordano cose diametralmente opposte o addirittura uno dei due ricorda cose che per l’altro non sono mai avvenute?
  2. Il meccanismo più subdolo però è quello di cambiare i nostri ricordi sapendo di farlo. Nei nostri personalissimi film i finali sono sempre quelli giusti. Non ci siamo lasciati scappare le occasioni e abbiamo preso a calci nel culo un sacco di cattivi.
In che modo cambiare il passato cambia anche il nostro presente? [Mica abbiamo fatto un viaggio nel tempo!]. Il pericolo si annida costantemente nella nostra psiche. Cambiando, consapevolmente o meno, il nostro passato ci assolviamo dai nostri fallimenti e non impariamo nessuna lezione, senza contare poi che tutte le nostre zavorre rimangono li dove sono. [Wow.. questo si che è brutto].
Come difendersi? La strada suprema è la Meditazione, ma se non ti sei mai avvicinato a questa pratica il modo più immediato di fare i conti con il passato è fermare certi pensieri.[ Lo so.. non è facile]. Ogni volta che  cominciare un ricordo con un “SE”.. bhe.. terminate immediatamente e fate in modo che diventi un abitudine. Sarà molto salutare.
Futuro.
Il modo in cui ci relazioniamo con il futuro a sua volta non è privo di complicazioni. Ci sono modi utili e modi inutili di considerare ciò che deve ancora accadere.
Hai un piano per il futuro? E’ un piano che ha a che fare con chi sei veramente? Pensaci [fallo adesso], ma pensaci bene perché è l’unico modo in cui si potrà realizzare.
Anche nel modo in cui consideriamo il futuro si nascondono i tranelli delle Sub-personalità. Come te ne accorgi? Ogni qualvolta cominci a fantasticare di imprese che non hanno niente a che fare con chi sei  veramente suona pure l’allarme. Desiderare per il nostro futuro qualcosa di grandioso è lecito, ma siamo in grado di immaginare realisticamente tutti i passaggi intermedi che ci porteranno a ciò che abbiamo progettato?
Presente.
Come si vive il presente?
  • Prenditi la responsabilità della tua vita.
  • Decidi consapevolmente.
  • Agisci senza aspettative.
  • Accetta il risultato con serenità.
Se sei in grado di fare questo per il tuo presente le cose verranno a te, ma non per quella cagata della legge d’attrazione. No. Semplicemente perché con questa “disciplina” si sconfigge la Paura e si è pronti a identificare e cogliere le occasioni giuste per noi.
Chi non ha paura può permettersi di fallire innumerevoli volte prima di cogliere il successo.
DaGuru
[@D4Guru]
Share

Meditatevi – Etichette

uomo-in-scatolaNuova puntata della Rubrica Meditatevi. Oggi DaGuru ci farà conoscere quello che pensa a proposito delle etichette e di quanto sono limitanti per la nostra conoscenza. L’unica avvertenza è di non leggere il post di oggi senza aver letto i precedenti. Buona lettura.

La Redazione

 

 

Etichette.

Hai mai riflettuto sul fatto che le cose che non conosci sono le uniche che dovrebbero interessarti? [Fallo adesso].

Esiste però un meccanismo subdolo che inibisce la conoscenza del nuovo, ce lo fa etichettare e considerare malevolo per la nostra vita: si chiama Giudizio.

Quante volte l’abbiamo fatto senza accorgercene?


“Lui ha l’amante.. è sicuro!”
“Per avere successo l’ha data..”
“Non parla con nessuno, deve avere qualcosa da nascondere..”
“E’ Finocchio..”
“Negro..”
“E’ venuto a rubarci il lavoro..”
“Violentata? Bhe.. era vestita come una zoccola…”


E’ facile pensare che in tutto questo non ci sia nulla di male. [Non le penso veramente quelle cose, ma almeno mi sono sfogato]. Voglio però farti notare un pericolo.

Al tuo vero IO [alla tua essenza] non interessano questo tipo di cose. Il Giudizio viene espresso dalle tue Sub-personalità [L’Io non parla, l’Io fa.]. E’ probabile che la maggior parte dei pregiudizi risolti della tua esistenza lo siano stati perché non li hai ascoltati.

Ma che vantaggio ottengono le Sub-personalità dal Giudizio? E’ sempre la Paura che ti fa abbandonare il timone a favore delle Sub-personalità. Loro [le Vocine] sembra che sappiano sempre cosa è giusto e cosa è sbagliato. Ti accorgi di quanto velocemente mettano un etichetta a tutto ciò di cui non hai vera esperienza?

Il Giudizio limita l’azione del tuo vero IO.

Attenzione perché questo non è un meccanismo arcano di cui pochi eletti sono a conoscenza. Al contrario. Mettendo a tacere la tua consapevolezza ti trasformano in pecora tra le pecore [pronta per essere tosata].

Pensaci seriamente. I Giornali, le Trasmissioni Televisive, le Soap, la Politica… tutto incentrato sul pettegolezzo. Tutto studiato per eleggerti Giudice nel niente. Tu giudichi, pensi di aver esaurito così il tuo compito e  non fai nulla di reale per migliorare la tua situazione.

Chi conosce questo meccanismo [non pochi] fa quello che vuole delle tue tasche e della tua coscienza.

Nutri e cresci il tuo IO… non giudicare.

DaGuru

[@D4Guru]

Share

Meditatevi – Nosce te Ipsum

nello_specchioVi siete accorti che oggi è il primo lunedì di Settembre? Tra un po’ cadono le foglie… noi intanto vediamo di non farci cadere i capelli e sottrarci al dominio della Paura. Per qualcuno potrebbero essere utili i consigli di D4Guru, anche se lui preferisce chiamarli punti di vista.

La Redazione

 

 

Nosce Te Ipsum

Avvertenza: non leggere questo post senza aver compreso il precedente.

Sei riuscito a capire chi sei? [chi sei veramente?]


Alla luce della tua scoperta rispondi a questa domanda: Sei sincero con te stesso?

Di solito a questa domanda tutti rispondo di si senza nemmeno pensarci. [Che bisogno c’è di pensarci..]. E’ possibile mentirsi? E’ una questione di punti di vista: se non vedi la differenza tra te e le tue sub-personalità non menti a nessuno [formalmente]. Se invece conosci la differenza sai che molte volte sono altre le parti di te che ti sostituiscono.

La Paura comanda. La Paura di ciò che non conosci ti fa diventare razzista, sciovinista, campanilista. La Paura di non essere adeguato ti fa mostrare agli altri come non sei. La Paura ti fa perdere il senso di te e menti. La Paura fa scattare il meccanismo di emergenza, il pilota automatico e lasci il controllo alle sub-personalità.

Riuscire a capire chi è e come si comporta il nostro vero Io [non mentire a se stessi] è di fondamentale importanza per una vita senza Paura.

@D4Guru

Share

se fosse

è semplice vivere, basta inanellare un giorno dopo l’altro, chiudere delle esperienze e farne tesoro
è facile, basta svegliarsi e vivere, senza aspettative e senza sogni, puntando semplicemente al giorno dopo
solo che è inumano non avere sogni e aspettative, è immorale anche solo provare a raccontarlo
nessuno ti capirà, qualcuno ti compatirà, non c’è chi ti crederà
Leggi tutto “se fosse”

Share

uomini e donne

Tolte certe donne e tolti certi uomini, che per forza di cose sono l’eccesso ed è giusto che ‘eccezionino’ per confermare la regola, siamo fondamentalmente uguali, identici in tutto e per tutto.
Leggi tutto “uomini e donne”

Share

fine dei giochi – ricomincia a giocare

Il valore di questo mio appunto è prettamente morale, sociale, etico, di spirito valutativo. Infatti non è mia intenzione spingerti a credere in un’utopia o far parte di leghe anti-complotto dai grandi disegni, nemmeno soddisfare una mia vena catastrofistica. Con questo resoconto mi limito solo a riportare i fatti, da cui poi ognuno di noi può trarre le sue valutazioni.

Ho letto distrattamente questo poco tempo fa: la terra è come un’enorme astronave nello spazio, con 6 miliardi di passeggeri [noi] e risorse in esaurimento… al momento forse non gli ho dato la giusta importanza, ora l’impressione è che ciò sia dannatamente reale.

Sulla base di questo presupposto, in tempi di assoluta crisi come questi, probabilmente, chiunque di noi ne avesse il potere, giustificherebbe qualche piccolo intervento per rendere leggermente più invivibile questo mondo, così da ridurre le fila della popolazione residente nelle prossime generazioni e far sopravvivere meglio solo alcuni, indirettamente, soprattutto, i più forti.

Quanto sopra idealizzato con l’assunto che stiamo parlando di pura sopravvivenza della specie, visto che tale specie sopravvive grazie alle risorse del pianeta e che questo parrebbe avere sul cruscotto dei guidatori una lucina rossa accesa a destra vicino alla scritta empty.
Leggi tutto “fine dei giochi – ricomincia a giocare”

Share

dubbi non ne ho, pochi

Tra vent’anni non ci sarà delusione per le cose che avrai fatto, ma di quelle che non avrai fatto. Se puoi sognarlo, puoi farlo, tentar non nuoce, chi non risica non rosica…
Aforismi e modi di dire, tutti significano la stessa cosa: credici e fallo! se ti va di farlo.
Insomma, è normale, se provi a fare qualcosa che desideri e non riesci ci rimani male, è comunque importante provarci sempre, almeno ti togli il pensiero, se poi va bene meglio ancora, ma dipende sempre da cosa dovresti fare, se per te ne vale la pena o no… ecco, ne vale la pena, eccome! solo che forse non dipende solo da me o da te.
A volte, infatti, non tento neppure in un’impresa perchè ho paura di fallire… poi rimango con il cruccio “e se invece ce la facevo”? Meglio tentare o meglio rinunciare?
Se ti seduce un lumicino, seguilo. Ti conduce nella palude? certo tu ne esci; ma se non lo segui.. per tutta la vita ti martoria il pensiero che esso poteva essere la tua stella.
Leggi tutto “dubbi non ne ho, pochi”

Share

Piccola lamentela di un Peace Man

Per predisporsi a questo testo che segue è necessario capire dove siamo: Quinto potere di Sidney Lumet del 1976. Sembra in realtà girato ieri.

Fratelli e Sorelle I’m a Peace Man e proprio per questo non sono nessuno…

La prima volta che mi sono sentito affibbiare questo appellativo ero a New York, era il 1991, al cospetto di due grandi amici, Christian e Janet, entrambi Gay, di sesso opposto ma amici inseparabili da tantissimo, con i quali avevo dormito la sera prima in Italia. Loro avevano già visitato 2/3 del mondo insieme. Giovani, relativamente giovani, poco più grandi di me ma immensamente più saggi e lungimiranti. Al momento non mi sono reso conto del termine – “Peace Man (?)… vabbè” – mi sono detto – “chissà cosa vorrà dire poi” – ho provato a chiederne il significato ma loro si sono limitati a guardarsi e sorridere.
Del resto alcune sfumature dell’inglese sono ancora ostiche per me oggi, figuriamoci allora.
Comunque ogni tanto ricordare quel loro sorriso mi aiuta a capire molte cose, tutt’oggi.
Leggi tutto “Piccola lamentela di un Peace Man”

Share

la mia meravigliosa creatura

non aver paura cucciola
non della tua progressione
migliorare è lo scopo della tua vita
non aver paura dei fallimenti
è il gioco della vita
per imparare, progredire, crescere
non prenderla male, in realtà è un gioco
come potresti altrimenti diventare grande?
come potrebbe la tua progenie essere sicura?
dove potresti trovare la fiducia che ti manca?
come potrebbe il tuo futuro sapere di epico…
Leggi tutto “la mia meravigliosa creatura”

Share

questo lodo Alfano, che già fa schifo il nome, e i risvolti della terza repubblica

La Corte Costituzionale ha giudicato illegittimo il cosiddetto “lodo Alfano”, che sospende i processi per le 4 più alte cariche dello Stato.
Sono felice per la soluzione democratica, un po meno per tutti i risvolti della faccenda: contento che i truffatori e gli illegittimi possano finalmente essere giudicati, molto meno che in una consulta composta da tante persone ferrate in materia ( molti consulenti oltre al numero esiguo di giudici della corte ), solo 9 giudici abbiano deciso che ciò che il popolo ha già votato a suo tempo, con un referendum, sia oggi anticostituzionale.
Perché non si esprimono sul costo dell’informazione ad esempio? anche questo è anticostituzionale: l’Art. 21 cita il Diritto all’Informazione come un valore imprescindibile. Perché non rilevano tutti i vizi e difetti delle leggi che passano quotidianamente sotto i loro occhi, palesemente a sfavore della Costituzione? Perché non commentano sulla disparità delle donne? Sui privilegi di alcuni a fronte di altri? Sul fatto che nessuno sta lavorando per ridurre gli effetti della crisi culturale ed economica che ha attaccato il nostro paese, ma anzi favorisce norme e leggine che non aiutano minimamente e fanno invece sprofondare ancora di più il paese?
Leggi tutto “questo lodo Alfano, che già fa schifo il nome, e i risvolti della terza repubblica”

Share

cosa?

così, è nato dal cuore
oltre ogni simil pensiero
nato e non muore mai
tenendo stretta la vita
ignorando ogni evento
non dispera, ma soffre
urlerebbe se potesse
oltre ogni limite la sua forza
Leggi tutto “cosa?”

Share

l’amore

Leggendo e analizzando scopro tante cose sull’amore umano, umano sì, perché a differenza della scienza e della teologia a me viene il forte dubbio che anche il resto della vita sulla terra possa provare qualche forte forma d’amore.
Leggi tutto “l’amore”

Share

d’amore

Guardo e non vedo, sento e non capisco
manchi da poco tempo che sembra un’eternità
qualche fotografia è la mia consolazione.
Cambio panorama cercando l’abbaglio del sole
mi lascio abbandonare ed eccoti ancora li
cerco un sano palliativo e trovo il tuo viso
vorrei un placebo e penso ai tuoi capelli
dedico il tempo a qualcosa che occupi la mente
mi serro a concentrarmi ed ecco il tuo sguardo
cambio idee e pensieri per poi ritrovarti
mi volto a pensare e tutto esiste nel mio cuore
la mia cura sei sempre e solamente tu. Leggi tutto “d’amore”

Share