se fosse

è semplice vivere, basta inanellare un giorno dopo l’altro, chiudere delle esperienze e farne tesoro
è facile, basta svegliarsi e vivere, senza aspettative e senza sogni, puntando semplicemente al giorno dopo
solo che è inumano non avere sogni e aspettative, è immorale anche solo provare a raccontarlo
nessuno ti capirà, qualcuno ti compatirà, non c’è chi ti crederà
Leggi tutto “se fosse”

Share

Piccola lamentela di un Peace Man

Per predisporsi a questo testo che segue è necessario capire dove siamo: Quinto potere di Sidney Lumet del 1976. Sembra in realtà girato ieri.

Fratelli e Sorelle I’m a Peace Man e proprio per questo non sono nessuno…

La prima volta che mi sono sentito affibbiare questo appellativo ero a New York, era il 1991, al cospetto di due grandi amici, Christian e Janet, entrambi Gay, di sesso opposto ma amici inseparabili da tantissimo, con i quali avevo dormito la sera prima in Italia. Loro avevano già visitato 2/3 del mondo insieme. Giovani, relativamente giovani, poco più grandi di me ma immensamente più saggi e lungimiranti. Al momento non mi sono reso conto del termine – “Peace Man (?)… vabbè” – mi sono detto – “chissà cosa vorrà dire poi” – ho provato a chiederne il significato ma loro si sono limitati a guardarsi e sorridere.
Del resto alcune sfumature dell’inglese sono ancora ostiche per me oggi, figuriamoci allora.
Comunque ogni tanto ricordare quel loro sorriso mi aiuta a capire molte cose, tutt’oggi.
Leggi tutto “Piccola lamentela di un Peace Man”

Share

c’era un cielo

con il vuoto intorno all’aura
ti sento ancor dentro
un termico piacere
non bramo ciò che non avrò
inutile volontà di solo ego
circondo il mio essere di pace
rinascerò nel tempo e nel luogo
quando e quanto necessario
Leggi tutto “c’era un cielo”

Share

crepuscolo

l’ombra si allunga e la luna appare
il carro di stelle a far capolino
gronda di buio l’azzurro
il sole disegna ciò che di scuro non prende il rosso
sembra non giorno, pare non notte
nel breve il nero disegno è varcato
Leggi tutto “crepuscolo”

Share

non immenso vuoto



tu non ci sei, io ci sono
per questo sento il vuoto
su me stesso sono prono
adesso non c’è moto
fermo a guardare un suono
Leggi tutto “non immenso vuoto”

Share